C I D S

 CONSIGLIO ITALIANO DANZA SPORTIVA

superBALLO

 

Il CIDS è costituito dalle tre Associazioni di Maestri di Ballo:

  • ANMB (Associazione Nazionale Maestri di Ballo)

  • FIPD (Federazione Italiana Professionisti della Danza)

  • FITD (Federazione Italiana Tecnici della Danza)

E' il massimo Organismo tecnico della danza sportiva nel nostro Paese. Ha compiti di indirizzo e di coordinamento nel settore tecnico della danza. Fino ad oggi ha operato in una logica di sinergie e di leale collaborazione fra le tre componenti di professionisti, in ossequio al duplice principio della proporzionalità e della pari dignità.

 Il suo ruolo assume ora valore istituzionale, per il seguente motivo:

  • La FIDS è diventata Disciplina Associata CONI con delibera n.919 del 28_2_1997. Nello statuto FIDS  approvato dalla Giunta Esecutiva del CONI con delibera n. 1061 del 15_11_2000, al CIDS è riconosciuto il ruolo di centralità nella gestione della parte tecnica.

Riporto integralmente l'articolo 13 del citato Statuto. 

Art. 13 - Gestione Tecnica

1. La FIDS riconosce il Consiglio Italiano di Danza Sportiva (CIDS) quale unico organismo rappresentativo dei Tecnici (Maestri) della Danza Sportiva.
Ai fini di detto riconoscimento, il CIDS deve essere retto da uno statuto redatto nel rispetto dei principi ed indirizzi del C.O.N.I. e della FIDS e che preveda organi direttivi interni eletti democraticamente dalle assemblee dei soci nel rispetto del principio di democrazia interna e pari opportunità, con esclusione di ogni scopo di lucro. Il CIDS si astiene da qualsiasi atto o fatto contrario al principio di leale cooperazione con la Federazione.

2. Il CIDS è un organismo dotato di autonomia amministrativa, finanziaria e gestionale.

3. Nell'assoluta osservanza dell'ordinamento sportivo nazionale e internazionale e nel rispetto delle disposizioni statutarie della Federazione, la FIDS affida al CIDS, sulla base di un'apposita convenzione, il compito di regolamentare, organizzare, sviluppare e promuovere l'attività tecnico-didattica della danza sportiva, nonchè i compiti e le attività previste al successivo art. 14, comma 4.

4. La convenzione di cui al precedente comma 3 deve prevedere la facoltà di ritiro della delega da parte della FIDS nelle ipotesi di inosservanza dei patti stabiliti in essa, ovvero nei casi di impossibilità di svolgere i compiti assegnati con la detta convenzione.

 
C
I
D
S
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Si tratta ora, semplicemente, di dare al CIDS, da parte delle Associazioni costituenti, il previsto assetto organizzativo e normativo, affinchè esso possa svolgere al meglio le sue delicatissime funzioni. E' interesse di tutti che ciò avvenga in tempi brevi. Da parte delle Associazioni occorre un approccio culturale nuovo alle problematiche del ballo, comprese quelle gestionali, in quanto non è possibile trasporre all'interno della FIDS parametri puramente proporzionalistici. 

                superBALLO